Home Blog Ispezioni in spazi confinati con droni – Opportunità per piloti e operatori

Ispezioni in spazi confinati con droni – Opportunità per piloti e operatori

by F.A.
Ispezioni Spazi Confinati Droni
Reading Time - tempo di lettura: 3 minutes - minuti


Le ispezioni in spazi confinati con droni rappresentano sempre di più una grande opportunità di business con i droni sia per piloti che per operatori. Eseguire ispezioni in luoghi ristretti, poco accessibili e pericolosi per l’uomo è una necessità nell’ambito delle ispezioni ad esempio su serbatoi, infrastrutture, silos, etc.

È ovvio che effettuare una ispezione in un ambiente confinato (ovvero ristretto con limitazioni di accessibilità), ha delle implicazioni dal punto di visto tecnico, che si possono riassumere in due punti:

  • la capacità operativa del pilota,
  • la disponibilità di un drone adatto per questo tipo d’ispezioni.

Vediamo dunque in dettaglio i requisiti del pilota e del drone, d’interesse per coloro che volessero stabilire una start-up dedicata alle ispezioni in spazi confinati con droni, che vada oltre alle semplici ispezioni e rilievi attraverso droni.

Il pilota di droni per ispezioni spazi confinati

L’esecuzione d’ispezioni in spazi confinati con droni, implica il pilotaggio del drone in condizioni di oggettiva “limitazione” sia in termini di spazio che di visibilità.

Lo spazio, entro cui il pilota deve far volare il drone, per catturare gli elementi e gli aspetti scopo dell’ispezione, sono infatti molto limitati e spesso presentano ostacoli interni come strozzature, pareti curve, dispositivi, per cui il pilota deve poter volare tanto vicino a questi ostacoli senza toccarli, per “rilevare’ lo stato ad esempio di giunzioni, saldature, bullonature, ecc.

Riguardo alla visibilità,  il pilota deve poter condurre il drone senza poterlo seguire con lo sguardo, ossia in condizioni di volo BVLOS (Beyond Visual Line Of Sight), e in spazi totalmente bui. Il pilota quindi deve poter gestire il volo drone e l’attività d’ispezione solo attraverso la telecamera di bordo, che in tempo reale, trasmetterà sul monitor del pilota le immagini, che saranno illuminate dal drone stesso.

È evidente quindi che le capacità richieste al pilota vanno oltre quelle comunemente richieste per una ispezione all’esterno, dove le condizioni operative sono ben altre.

Un pilota di droni per le ispezioni confinate quindi è senz’altro più pagato perché più difficile da trovare. Sarà dotato di patentino per categoria pilotaggio di droni in categoria “Aperta” e “Specifica” (vedi articoli del Blog 4mydrone “Regolamento europeo EASA Droni – Catg. Aperta” e “Regolamento europeo EASA Droni – Catg. Specifica“), e avrà un curriclum che attesti le sue capacità in ambito delle ispezioni confinate con droni.

Le caratteristiche del drone per ispezioni in spazi confinati

Se quindi al pilota di droni sono richieste capacità di controllo e supervisione del drone in condizione nella maggior parte dei casi di buio completo e di non percezione dello spazio circostante, altrettante e non meno importanti sono le caratteristiche sono richieste al drone per ispezioni in spazi confinati.

Innanzitutto il drone dovrà essere dotato di:

  • una telecamera sufficientemente potente e con ottima risoluzione, in grado di acquisire immagini per poter consentire l’analisi ispettiva,
  • un sistema d’illuminazione potente per poter illuminare la zona di movimento del drone e ciò che la telecamera riprende,
  • un sistema di sensori anti collisione frontale, posteriore e inferiore per poter evitare di sbattere verso le pareti o gli ostacoli presentì all’interno dello spazio confinato,
  • ma sopratutto una gabbia di protezione del drone che, ancor prima dei sensori possa evitare al drone di sbattere,
  • di batterie che consentano una autonomia di volo elevata, in modo da poter effettuare una ispezione confinata nei giusti tempi e secondo una metodologia ben precisa.

In ambito commerciale, esistono droni professionali con siffatte caratteristiche che sono già ampiamente utilizzati nell’ambito delle ispezioni confinate con droni.

Le opportunità per gli operatori di droni

Accanto ai piloti di droni, può esserci anche la figura dell’operatore di droni che altro non è  che l’imprenditore che gestiste il business attraverso la sua flotta di droni.

Nella pratica questa figura coincide spesso con il pilota di droni, ma in un ambito quale quello delle ispezioni confinate con drone, si tratta di una figura a se stante che investe in droni adatti questo tipo d’ispezione, ne gestiste il business e si avvale dell’opera di uno o più piloti.

L’operatore di droni è quindi il punto di riferimento, capace di creare e gestire il business correlato alle ispezioni confinate, e dovrà possedere un minimo di conoscenze tecniche e operative per poter concludere e gestire dei buoni contratti di manutenzione predittiva e correttiva attraverso le ispezioni in spazi confinati con i droni.

Opportunità delle ispezioni in spazi confinati con droni

Le opportunità connesse alle ispezioni in spazi confinati con droni, come già detto stanno assumendo una rilevanza sempre maggiore in diversi ambiti produttivi.

Aree business ispezioni in spazi confinati con droni

Settori quali industria petrolifera, con l’ispezione di serbatoi, cisterne, tubazioni, richiedono l’esecuzione in sicurezza d’ispezioni in spazi confinati,  in ambito minerario con l’ispezione di gallerie, cunicoli, aree di scavo, nelle opere civili con l’ispezione di tubazioni, rete fognarie, collettori, vasche, ciminiere, gallerie, vani tecnici, ecc.

Il problema maggiore è che a fronte di una domanda sempre maggiore l’offerta è limitata, nel senso che ci sono poche aziende in grado di offrire questi servizi in base a una metodologia collaudata e con professionalità.

C’e’ quindi un ampio spazio a coloro i quali volessero intraprendere attraverso una start-up una attività che sta diventando sempre più strategica.

Articoli correlati:


Crediti relativi alle immagini: L’immagine in evidenza è tratta da pixabay.com, libera per usi commerciali e senza richiesta di attribuzione. L’autore è StockSnap. L’uso delle immagini all’interno dell’articolo è ai fini di una migliore comprensione dei contenuti dello stesso.

Torna su

Last Updated on 28 Settembre 2021 by F.A.

Related Posts

Leave a Comment