Home Blog PNRR – Agricoltura 4.0 Droni

PNRR – Agricoltura 4.0 Droni

Opportunità per startup con droni nel campo dell'agricoltura

by F.A.
agricoltura-4.0-droni
Reading Time - tempo di lettura: 2 minutes - minuti


Il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), per l’Italia, assegnato dalla comunità Economica Europea a seguito della pandemia da covid-19, vale 191,5 Mld di euro, (inteso come solo Recovery fund). Il piano riguarda diversi contesti, tra cui la Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica, con 59,46 Mld di euro (pari al 31,05%) dell’importo del piano.

In particolare, attraverso il progetto identificato nel PNRR come M2C1: AGRICOLTURA SOSTENIBILE ED ECONOMIA CIRCOLARE, il PNRR assegna ben 5,27 Mld di euro a questo progetto, i cui ambiti sono ben riassunti nel prospetto seguente:

PNRR-Next-generation-plan

PNRR – Next Generation Italia – Fonte PNRR

Agricoltura 4.0 Droni nel PNRR

Con riferimento al punto 2 della tabella, relativo allo sviluppo della filiera agroalimentare sostenibile, ben 0,50 Mld di euro sono destinati all’innovazione e meccanizzazione del settore agroalimentare. Nello specifico il punto 2.3 relativo alla descrizione degli scopi fa riferimento in modo esplicito al sostentamento di iniziative relative all’agricoltura di precisione e all’utilizzo di tecnologie per l’agricoltura 4.0 (droni sensori, etc.), che possano portare benefici sia dal punto di vista delle tecnologie che dalla riduzione dell emissioni.

Agricoltura 4.0 Droni

L’industria 4.0 e quindi l’agricoltura 4.0 (parte integrante di ogni attività industriale), sono aspetti molto volte richiamati ma mai effettivamente sostenuti. Il PNRR quindi con cifre e scopi ben definiti, pone le basi affinché dalla teoria si passi alla pratica. Il connubio agricoltura 4.0 droni è di fatto una delle chiavi (se non l’unica, che può permettere di concretizzare in modo sostanziale e fattivo quanto descritto nel PNRR per l’agricoltura.

La presenza di aziende che operano nel campo dell’agricoltura con droni è ancora un “settore di nicchia”, legato magari agli investimenti necessari per costituire una flotta di droni e/o per la mancanza di piloti capaci di svolgere attività specifiche nel campo dell’agricoltura.

In fatto è’ certo, il PNRR può essere un valido incentivo per la creazione di startup con droni che operino nel campo dell’innovazione in agricoltura, attraverso l’uso di sensori e paylaod in grado di svolgere meglio, con costi più bassi, riducendo drasticamente l’inquinamento, attività che possono risultare fondamentali per uno sviluppo dell’agricoltura.

Articoli correlati e approfondimenti:


Crediti:  L’iimagine di copertina è tratta da pixabay.com, libera per usi commerciali e senza richiesta di attribuzione. L’autore è liu xiaozhon. La tabella riportata nel post è tratta dal PNRR NEXTGENERATIONITALIA. L’uso delle immagini è esclusivamente ai fini di una migliore comprensione dei contenuti dell’articolo. 

Torna su

Last Updated on 11 Ottobre 2021 by F.A.

Related Posts

Leave a Comment